Guida | Cosa fare se il tuo smartphone Android cade in acqua

E’ appena caduto il vostro smartphone Android nell’acqua? Provate a seguire i consigli in questa guida e potrete riuscirete a salvarlo!

Sarà sicuramente capitato a più di qualcuno di vedere il proprio telefono cadere in acqua, ed entrare in panico dopo pensando “Ho rotto il telefono!”, “Come faccio ora?”, o altre frasi simili.

Grazie agli amici di PhoneArena abbiamo qualche consiglio da darvi per sapere cosa fare se il telefono cade in acqua, in modo da evitare in qualsiasi modo che il cellulare si rompa. Ecco qui quali sono i suggerimenti più utili:

  • Togliere immediatamente il cellulare dall’acqua, ed estrarre la batteria, la scheda SIM e pure la scheda micro SD (se ce l’avete), in modo da evitare di perdere qualsiasi tipo di dato, ed anche per non danneggiare batteria o che altro;
  • Se possibile, smontare la cover così che l’acqua in superficie non si propaghi anche all’interno dei circuiti del telefono;
  • Controllare il colore del sensore dei danni legati all’acqua. Si tratta di un punto bianco vicino al vano della batteria; se il colore tende verso il rosso, allora non potete più godere della garanzia;
  • Sperate che il telefono non sia caduto nell’acqua salata, poiché potrebbero formarsi delle croste di sale nel vostro dispositivo. In questo caso risciaquatelo delicatamente dopo aver eseguito il primo step di questa guida;
  • Pulire delicatamente ogni parte del cellulare con un pezzo di carta o della stoffa, ed evitare di agitarlo troppo, dato che l’acqua potrebbe propagarsi all’interno del telefono;
  • Se possibile, cercare di “creare il vuoto” attorno al telefono, in modo che non ci sia umidità ad aggravare la situazione;
  • Infine, lasciare il telefono in un vaso o in un barattolo pieno di riso crudo per 24h (il riso assorbe l’acqua, e può aiutarvi a salvare il vostro cellulare).

Passate le 24h non vi resta che provare a reinserire batteria e scheda SIM nel telefono e provare ad accenderlo. Non vi diamo la sicurezza che il vostro smartphone Android resusciterà dopo aver effetuato queste azioni, ma una possibilità che si salvi c’é, e provare non costa nulla.

Non esitate a lasciarci qualche commento se vi é capitato di dover sistemare un telefono caduto in acqua, oppure se avete altri suggerimenti da darci! Speriamo che queste indicazioni possano esservi utili.

Via