La storia di Android | Capitolo 5 – Android 2.3 Gingerbread

Come ogni lunedì, ecco “La Storia di Android” by Android.Caotic.it. Oggi, in questo quinto capitolo introdurremo l’arrivo di Gingerbread, ovvero Android 2.3: innovazione, reattività e funzionalità!

Questo capitolo 5 sarà uno degli ultimi appuntamenti della prima parte della storia del robottino verde…perchè? Semplicemente dopo il prossimo Capitolo 6(HoneyComb) e il futuro Capitolo 7(Ice Cream Sandwich), la rubrica si estenderà maggiormente trattando anche di cosa gira attorno ad Android, un esempio la serie di smartphone Nexus. Fatta questa piccola premessa, diamo inizio in maniera vera all’appuntamento dedicato a Gingerbread!

La versione Android 2.3 Gingerbread fa il suo debutto precisamente il 6 Dicembre 2010 ed ebbe un successo strepitoso, tant’è che la release del robottino di marzapane ancora oggi è la versione più diffusa e utilizzata tra tutti i terminali Android. La versione del kernel Linux su cui si basa Gingerbread è la 2.6.35.

Il nome Gingerbread rappresenta il classico omino di marzapane, ribadendo come sempre la mentalità dei nomi dell’OS made in Google: ordine alfabetico e nomi culinari in ambito dolce!

Le innovazioni introdotte furono davvero tante e rispetto alla versione 2.2 Froyo troviamo una UI rinnovata, maggior semplicità di utilizzo della piattaforma, maggior reattività e una numerosa serie di funzioni nuove. Tra le novità principali troviamo sicuramente la nuova tastiera virtuale, più precisa e con comandi vocali utilizzabili, un miglioramento assoluto nella gestione della batteria (che molti però non sentirono…anzi, avvertirono dei peggioramenti), notevolmente incrementata grazie ad un miglioramento della gestione delle app, e l’introduzione di nuovi elementi audio e grafici utili agli sviluppatori di giochi Android.

Insomma, l’esordio di Gingerbread fu un vero successo.

A seguire, nei mesi del 2011, furono rilasciate numerose nuove versioni al fine di migliorare ancor più il sistema operativo e correggere i vari bug sparsi per il software: furono ben 5 le versioni correttive di Gingerbread ovvero la 2.3.3, la 2.3.4, la 2.3.5, la 2.3.6 e la 2.3.7. Tutti questi update comunque, avevano lo scopo di risolvere bug davvero minori e migliorare le API, anche perchè Android 2.3 fu una release davvero eccellente.

Dopo questo quinto capitolo, ecco la nostra iconografia aggiornata!

Non mi resta che dirvi: appuntamento al prossimo lunedì!