Samsung: basta con Android e sviluppo di SO in casa?

Proprio il Wall Street Journal ha dichiarato che Samsung ha intenzione di potenziare notevolmente il suo reparto software. Che il gigante coreano abbia intenzione di lasciare Android per creare un SO tutto suo, che integri ancor meglio la propria UI TouchWiz? Forse no, ma sicuramente grandi miglioramenti software sarebbero l’obiettivo della società!

Un interessante analisi questa. Samsung, ormai leader del mercato smartphone, la prediletta anti-apple grazie al suo iPhone-killer che risponde al nome di Samsung Galaxy S3 è la società di elettronica forse più in forma del momento: quali sono le prospettive future per questo colosso?

“L’industria tecnologica sta crescendo molto velocemente e sviluppare tutto in casa è troppo difficile. Ci sono molti sviluppatori qualificati provenienti dall’India che sono molto esperti nel settore software e ci sono le piccole imprese che possono essere acquisite. Se l’occasione lo permette, faremo M & A. E’ qualcosa di pianificato.” – JK Shin, presidente di Samsung Mobile Business

Da queste parole, il primo pensiero potrebbe ricadere solo su una cosa: Samsung che abbandona Android per creare un nuovo SO mobile personale o migliorare il suo Bada, come Nokia con Symbian magari,  sperando però in un successo di gran lunga maggiore.

Un ipotesi troppo lontana dalla realtà? Forse si. Creare un SO totalmente nuovo per bruciare la concorrenza chiamata iOS e Android richiederebbe un lasso di tempo notevole e sopratutto non garantirebbe un successo immediato. Bada, il sistema operativo mobile usato da Samsung sulla serie Wave, è di buona fattura, ma sicuramente andrebbe migliorato su notevoli aspetti. Android è ormai il sistema operativo per smartphone e tablet più sfruttato e lanciato nel mondo, è in costante crescita e difficilmente perderebbe il posto di leader del settore con facilità.

Sicuramente l’obiettivo di Samsung nel reparto software, al momento, è migliorare tutto ciò che è migliorabile partendo sopratutto dalla UI TouchWiz, che nonostante sia una personalizzazione davvero valida porta ancora qualche pecca. Il gigante sudcoreano sarà legato al robottino verde ancora per anni, ma l’idea di un reparto software totalmente legato alla società non sembrerebbe un ipotesi impensabile.

Via

Glossario:

*Symbian: sistema operativo mobile sviluppato da Nokia e montato su un vasto numero di terminali della casa finlandese prima di adottare Windows Phone. Oggi, gli smartphone di fascia medio bassa by Nokia, escono ancora con Symbian come SO, mentre per i top gamma la società preferisce montare Windows Phone.

  • Gius

    Di certo sarebbe un bruttissimo colpo!

    Però effettivamente a questo punto Samsung sta cercando in tutti i modi di diventare sempre meno dipendente da Android, basta vedere il Galaxy S3 che in molte cose supera pienamente Android stock…Vedremo…

    • Il problema è solamente uno: Android è troppo lanciato. Guardiamo Nokia: appena Android è entrato in gioco, Symbian è fallito e la casa finlandese fu costretta a adottare Windows Phone, piattaforma sicuramente più stabile e ottimizzata del proprio Symbian. Samsung ha le potenzialità ma la concorrenza è ancora troppo potente!

  • Alphataurus

    Samsung è fondamentalmente produttrice di hardware, ma sta cercando di potenziare anche il reparto software, ecco perche’ lo sviluppo di Bada è stato accelerato, e la partnership con Intel per Tizen. Secondo me si vuole togliere un po’ di dipendenza da Android dopo che Google si è comprata Motorola.