Miglior gioco della settimana | Zombie Granny: facciamoli esplodere!

Questa settimana si guadagna un posto nella rubrica “Migliore Gioco Android della settimana” Zombie Granny, un simpatico puzzle-game che, da come avrete intuito dal titolo, ha come protagonisti gli zombie. Ecco una breve presentazione fatta da noi di Android.Caotic.it!

I-Free Innovation riesce finalmente nell’intento di creare un gioco valido e che sopratutto sembra portato al successo: Zombie Granny è un puzzle-game davvero ben sviluppato in ogni piccolo dettaglio. Una volta scaricata ed avviata, l’applicazione ci chiederà di effettuare un download aggiuntivo al fine di completare il processo di installazione, dopodichè potremo finalmente cominciare a giocare. Obiettivo di gioco è uccidere gli zombie presenti nel livello colpendoli con delle palle di fuoco, le quali sono collegate a determinate corde da tagliare che tanto ricordano il perfetto Cut The Rope. Altre armi a disposizioni presenti sono potenti bombe e scatole.

Il numero di livelli a disposizione è piuttosto notevole, sono presenti dei boss per aumentare il livello di sfida e la classica aggiunta dei Collezionabili, oggetti nascosti sparsi per i livelli da trovare, permettono a questa app di essere davvero completa. Da ricordare inoltre il collegamento con la piattaforma OpenFeint per la condivisione online dei propri punteggi, e la presenza di un editor che permette di definire nuovi livelli. La grafica e la fluidità di gioco sono di buon livello mentre il sonoro è appena discreto.

L’applicazione è disponibile gratuitamente, ma alcuni mondi sono da sbloccare tramite pagamenti di piccole cifre in valuta reale. Qui sotto trovate un video gameplay ufficiale direttamente da YouTube ed il link per il download diretto dal Play Store di Google. Buon divertimento!

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=e1VDp-p86aY’]

[app]com.ifree.zombiegranny[/app]

Vuoi sempre avere a portata di mano le ultimissime news direttamente da Android.Caotic.it? Scarica la nostra applicazione ufficiale qui.