La storia di Android | Capitolo 2 – La prima generazione Android

Dopo il primo, ecco a voi il secondo appuntamento con la rubrica, targata Android.Caotic.it, che tratta l’intera storia del robottino verde: appuntamento di oggi dedicato esclusivamente alle prime versioni di Android, ovvero 1.0 *Apple Pie, 1.1 *Banana Bread, 1.5 Cupcake e 1.6 Donut.

Non notate nulla di strano nei nomi delle quattro versioni della prima generazione Android, caratteristica che avranno anche le future generazioni come Eclair, Froyo o Honeycomb? Punto primo, salta subito all’occhio che tutti e quattro i nomi corrispondono a nomi di dolciumi: Torta di Mele, Pane alla Banana, Cupcake(quelle piccole tortine con sopra la panna) e Ciambella. Punto secondo, tutti i nomi sono in ordine alfabetico rispetto al numero di versione: Apple Pie = A, Banana Bread = B, etc. Google non ha mai spiegato in via ufficiale il motivo di dare nomi di dolciumi e leccornie alle versioni del proprio SO e del fatto che questi siano ordinati alfabeticamente, preferendo restare nel mistero, ma ha confermato che le release presenti e future di Android saranno sempre caratterizzate da questa chicca. Ma cominciamo a parlare di queste prime quattro versioni, vero cuore dell’appuntamento di oggi, in maniera più approfondita.

Come spiegato nel Capitolo 1, Android fu presentato al mondo il 5 Novembre 2007. Tuttavia, dopo che nello stesso periodo l’Open Handset Alliance rilasciò il software development kit, ovvero l’insieme di tutti gli strumenti di sviliuppo per la piattaforma Android, la prima vera versione del robottino verde esordisce circa un anno dopo: il 23 Settembre 2008 viene lanciato Android 1.0 Apple Pie, versione che comprendeva il market Android, un gestore di file e cartelle, un browser e l’integrazione con tutti i sistemi e servizi Google. Fu HTC Dream, chiamato anche T-Mobile G1, il primo smartphone in commercio dotato di sistema operativo Android, lanciato nell’Ottobre del 2008.

Il 9 Febbraio 2009 il robottino verde si aggiorna e passa alla versione 1.1 Banana Bread: piccole correzioni e fix di bug e l’aggiunta di nuove caratteristiche alle API(Application Programming Interface).

Le versioni successive però, sono il vero cuore di questa prima generazione, realtà ormai consolidata: 1.5 Cupcake esordisce il 30 Aprile 2009, mentre il 15 Settembre dello stesso anno è la volta di 1.6 Donut.

La prima introduce una maggior integrazione con i servizi Google e aggiunge il pieno supporto ai widget, mentre la seconda integra funzionalità a voce come la ricerca e la sintesi vocale, insieme ad altre piccole novità generali. Grazie a queste ultime due release, il nostro amico verde raggiunge uno stadio di evoluzione completo e funzionale, riuscendo a confermarsi come una piattaforma solida, stabile e funzionale.

In Ottobre 2009 sbarcano sul mercato i primi smartphone a montare Android 1.6 nativo.

Ecco dunque, la nostra timeline aggiornata. Appuntamento alla prossima settimana!

Note:

*: sembra che Apple Pie e Banana Bread non siano nomi del tutto confermati e ufficializzati, in quanto generalmente si parla solo di Android 1.0 e 1.1. Questi nomi tuttavia, potrebbero rappresentare rispettivamente la lettera A e la lettera B del rilascio delle versioni Android in ordine alfabetico dato che i nomi ufficiali partono da Cupcake(lettera C), Donuts(lettera D), etc., mancando appunto all’appello le prime due lettere dell’alfabeto.