Guida | I migliori p2p e file sharing per Android

Dal vostro dispositivo Android potrete mettere a scaricare i file, proprio come fate dal personal computer. Noi di caotic vogliamo mostrarvi alcuni delle migliori applicazioni di file sharing* e peer to peer* per il vostro robottino verde che potrete mettere in download direttamente da Google Play.Dopo la chiusura di Megavideo gli utenti sono tornati ai vecchi metodi che si usavano per mettere in download i contenuti. Se volete eseguire quest’operazione in mobilità, però, potrete provare alcune apps che vi consentiranno di avere programmi simili ad Emule sul vostro dispositivo Android.

MuleDroid

Avevamo, appunto, parlato di Emule ed ecco un’applicazione che sarà in grado di accontentare gli utenti amanti del classico muletto marrone. Alcuni sviluppatori francesi hanno ben pensato di far arrivare il famoso asino anche su Android. L’app vi consente di mettere in download i file di tipo ed2k, sig2dat e perfino torrent.

[app]org.genux.muledroid[/app]

tTorrent

Se, invece, già da tempo Emule vi ha stancato e siete passati ai famosi torrent, allora potrete sicuramente trovare interessante l’applicazione tTorrent per Android. Ho testato personalmente l’applicazione e ne sono rimasta molto soddisfatta. Non dovrete far altro che installarla e poi semplicemente trovare i file .torrent dal browser del vostro dispositivo. Dopo aver scaricato questi contenuti, potrete direttamente aprirli in tTorrent e inizierà il download! Avrete la possibilità di scegliere la cartella di dentizione dei file. L’app funziona solo sotto rete Wi-FI. Se soddisfatti dal programma, potrete passare alla variante Pro che rimuovere la pubblicità e soprattutto i limiti di velocità.

[app]hu.tagsoft.ttorrent.lite[/app]

aTorrent

Applicazione molto simile alla precedente. Potrete aprire i torrent dai browser direttamente con il programma, scegliere la cartella di download, e avviare download multipli. All’interno, inoltre, avrete la possibilità di impostare l’opzione che bloccherà lo scaricamento quando non rileverà la presenza del cavo di alimentazione. Scarica sia in WiFi che in 3G. La versione gratuita presenta dei banner pubblicitari, al contrario di quella a pagamento.

[app]com.mobilityflow.torrent&feature=related_apps#?t=W251bGwsMSwxLDEwOSwiY29tLm1vYmlsaXR5Zmxvdy50b3JyZW50Il0.[/app]

aDownloader

L’applicazione ha ottenuto infiniti giudizi positivi dagli utenti, anche recentemente. Permette di mettere in download file torrent tramite il browser del vostro device Android (qualsiasi), oppure potrete avviare la ricerca direttamente dal motore interno all’app. Quest’ultima funzione è molto comoda e aDownloader non si appoggia ad un singolo portale che raggruppa i file torrenti, ma a molteplici.

[app]com.DroiDownloader&feature=search_result[/app]

BitTorrent Remote

Se, invece, preferite gestire i vostri download dal computer, potrete utilizzare quest’applicazione per monitorare il software dal vostro device Android. Potrete visualizzare i download, ottenere informazioni sulle dimensioni, verificare la velocità e addirittura iniziarne di nuovi scaricando i file dal browser del dispositivo. Di quest’app ne abbiamo già parlato.

[app]com.bittorrent.android.btremote&referer=utm_source%3DAndroid+App+Sharer%26utm_medium%3DChimera+Revo%26utm_campaign%3Dblogpost[/app]

Glossario

*file sharing: significa semplicemente “condivisione di file”.
*peer to peer: condivisione di file che avviene tra i PC degli utenti.