Google mette in vendita il Galaxy Nexus nel Play Store

Dopo lo sfortunato primo tentativo intrapreso da Google che, tempo addietro mise in vendita la prima linea Nexus online, a distanza di tempo ci riprova ora consentendo l’acquisto del terminale direttamente dal Play Store a soli 399$. Un nuovo passo di BigG per costituire un ecosistema unico, in grado di ospitare anche la vendita dei prodotti proprietari.

Già da tempo oramai Apple rende disponibili i propri prodotti per l’acquisto direttamente nel suo Store, ora la società di Mountain View sta cercando di accostarsi alla linea intrapresa dalla mela per cercare di attirare anche una maggiore clientela. Dopo aver quindi trasformato l’Android Market nel Play Store ed aver implementato i nuovi Play Movie, Play Music e Play Books, per una maggiore ricchezza di contenuti e l’acquisto degli stessi sotto avvenuto accordo di diverse case produttrici con i piani alti dell’azienda, si è pronti ad introdurre la propria linea di smartphone.

Il Galaxy Nexus, attuale top di gamma di casa Samsung e dispositivo che meglio ha saputo rappresentare la Google Experience è stato infatti messo in vendita nel Play Store americano al prezzo di 399$.

La cosa interessante, oltre al prezzo che equivale a poco più di 300€, é il fatto che sia disponibile la versione GSM senza il contratto degli operatori americani e di conseguenza senza alcun blocco proprietario. Un dettaglio il quale lascia presagire che, non appena verrà commercializzato, anche l’attesissimo Nexus Tablet sarà in futuro inserito nel Play Store.

Difficilmente sarà possibile acquistare lo smartphone dall’estero e farlo importare nel nostro paese, ma come ben sappiamo tutti i servizi che dapprima compaiono negli States e nei Paesi orientali sono destinati a breve ad arrivare anche in Italia, di conseguenza potremo anche noi godere tra non molto tempo di tale servizio. Del resto gli stessi sviluppatori hanno pubblicato un post nel quale si evidenzia come Google sia intenzionata a portare presto la nuova sezione Devices del Play Store anche in altri paesi. Questo ci fa ben sperare, ma non avendo ulteriori informazioni, non ci resta che attendere.

Via