Cloud storage: un confronto tra Google Drive, iCloud, DropBox, SkyDrive

Servizi cloud storage*: qual è il più economico e il più conveniente? Oggi noi di caotic vogliamo cercare di chiarire le idee ai nostri lettori che, fra tutti questi nuovi servizi, vogliono scoprire le sostanziali differenze tra Google Drive, SkyDrive, DropBox e iCloud.  

La compatibilità

Questo è forse l’aspetto più importante di ogni servizio di cloud storage. L’utente vuole scoprire se le funzionalità sono disponibili anche per la sua piattaforma. Almeno da questo punto di vista, ci permettiamo di incoronare il famoso DropBox.

  • DropBox: disponibile per Windows, OS X, Linux, iOS, Android e Blackberry.
  • SkyDrive: grandissimo limite di non possedere un’applicazione per Android, disponibile per Windows, OS X, iOS, Windows Phone.
  • Google Drive: disponibile per Windows, OS X, Android, ma non ancora per iOS. L’applicazione della mela, però, arriverà fra poco tempo.
  • iCloud: iOS, OS X.

Spazio gratuito offerto

Altro punto fondamentale è sicuramente lo spazio gratuito che ogni servizio di cloud storage mette a disposizione. Questa volta la vittoria va a SkyDrive.

  • SkyDrive: 7GB disponibili per tutti, ma se siete utenti da molto tempo potrete ottenere subito 25GB di spazio!
  • Google Drive: 5GB gratuiti, senza possibilità di ottenerne altro.
  • DropBox: 2GB + 500 MB di spazio bonus per ogni utente che userà il vostro consiglio per creare un nuovo account. Fino ad un massimo di 18GB.
  • iCloud: 5GB, solo per i dispositivi Apple.

Dimensione massima del file

Nota fondamentale è la possibilità di trasferire file di grosse dimensioni. Non tutti i servizi, però, vi consentono di effettuare il trasferimento di contenuti che superano certe dimensioni.

  • DropBox: solo 300mb tramite mobile, ma da Desktop i file caricati possono avere dimensioni illimitate
  • SkyDrive: ogni contenuto deve avere le dimensioni massime di 2GB
  • Google Drive: i file caricati possono raggiungere i 10GB
  • iCloud: 25mb per l’account gratuito, 250mb per quello a pagamento.

I prezzi per espandere lo spazio

Non manca la possibilità di ottenere maggiori spazio a disposizione. In questo caso, però, dovrete pagare una cifra mensile o annuale.

Google Drive:

  • 5GB: gratuiti
  • 25GB: $2,49/Mese
  • 100GB: $4,99/Mese
  • Possibilità di arrivare fino a 16 TB su richiesta.

DropBox:

  • 2GB: gratis
  • 50GB: $9,99/Mese o $99/anno
  • 100GB: $19,99/Mese o $199/anno
  • Da 1TB: su richiesta

SkyDrive:

  • 7GB (o 25GB per i veterani): gratuito.
  • +20GB: 8€ all’anno
  • +50GB: 19€ all’anno
  • +100GB: 37€ all’anno
iCloud:
  • 10GB: 16€ all’anno
  • 20GB: 32€ all’anno
  • 50GB: 80€ all’anno

Tabella comparativa completa

In questo schema potrete visionare le differenze dei maggiori cloud storage. Voi, quale preferite?

Se non fosse per la mancanza dell’applicazione Android, SkyDrive potrebbe essere il migliore di tutti. Il suo limite, però, esclude gli utenti del robottino verde.

Glossario

*Cloud storage: conservazione dei propri dati su server virtuali, in modo da poterli reperire ovunque e da qualsiasi dispositivo.