Samsung presenterà i display flessibili nel 2012?

Non è un segreto che Samsung stia lavorando alla produzione di display AMOLED flessibili: nel corso del 2011, infatti, sono stati mostrati al grande pubblico diversi tipi di display pieghevoli, inclusi schermi semitrasparenti e schermi AMOLED “paper-like”. Samsung ha continuato durante tutto l’inizio del 2012 ad esporre questi particolari tipi di display, ma sarà realmente quello corrente l’anno in cui l’azienda coreana inizierà a commercializzare degli SmartPhone con questo particolare tipo di schermo?

La domanda è giustificata dal fatto che Samsung aveva annunciato che a partire da Giugno 2011 avrebbe commercializzato glischermi pieghevoli; in Ottobre poi, un portavoce della casa coreana ha reso noto che il 2012 sarebbe stato l’anno del lancio sul mercato degli innovativi display flessibili. Infine, il 29/02 un dirigente di Samsung comfermò che gli schermi AMOLED flessibili debutteranno con molta probabilità nel 2012. Nello specifico, il dirigente ha dichiarato che i dispositivi dotati di schermi flessibili arriveranno “nel giro di un anno”. Il lancio potrebbe dunque slittare al massimo al primo trimestre del 2013. Il condizionale in ogni caso rimane d’obbligo.

La tecnologia è stata pensata principalmente per gli SmartPhone, anche se sarà utilizzata in seguito anche su altri tipi di prodotti, come computer indossabili o anche TV. Ma in pratica, quali saranno le innovazioni che questo tipo di display apporteranno all’uso degli SmartPhone?

Probabilmente, la casa coreana ha intenzione di sfruttare la flessibilità di questa nuova tipologia di schermi per far si che il dispositivo risulti controllabile attraverso la torsione del cellulare stesso: per esempio, piegando lo schermo come nella figura qui sotto, si potrebbe fare uno zoom-out, mentre compiendo l’azione opposta si potrebbe eseguire uno zoom-in.

La tecnologia del display flessibile AMOLED si presenta davvero come un assaggio di futuro, ma, per ora, il suo potenziale è limitato dalle altre componenti fisiche che costituiscono uno smartphone, come la batteria ed i chip; non è quindi probabile che vedremo un dispositivo interamente pieghevole in un prossimo futuro. Ma anche se non potrà essere arrotolato o piegato a foglietto, uno schermo pieghevole apporterà comunque dei vantaggi non indifferenti: per esempio, gli smartphone dotati di AMOLED flessibili saranno incredibilmente resistenti agli urti, quasi indistruttibili. Come è possibile? Per la produzione dei display piegabili si sostituirà il substrato di vetro tradizionale con un tipo di plastica flessibile che non si rompe. Un altro vantaggio dei substrati flessibili è il fatto che si possano smussare praticamente all’infinito, il che rende gli schermi rotondi di semplice realizzazione.

La rivoluzione più significativa che gli schermi Amoled flessibili apporteranno sarà quindi quella dell’abbattimento delle barriere che la tecnologia di produzione attualmente in uso impone al design, in un futuro non troppo lontano lo stesso design degli SmartPhone potrebbe diventare quindi un forma d’arte vera e propria.