MWC 2012 | Processori e GPU per smartphone e tablet Android d’ultima generazione: Intel, Nvidia, Samsung, Qualcomm, Huawei

Innumerevoli sono stati gli smartphone e tablet presentati nel corso del Mobile World Congress 2012, molti di questi ve li abbiamo già svelati ed altri ancora si susseguiranno nel corso di questi giorni. Considerandone però la stessa mole e la diffusione già prevista a partire dal secondo trimestre di quest’anno, la scelta del giusto device da parte dell’utente ultimo potrebbe sembrare ad alcuni molto ostica, proprio per questo oggi andremo a parlare di prestazioni introducendovi un’abile confronto tra i processori e le relative GPU appena nate.

Intel Atom

Partendo dalla tanto titolata Intel, la quale abbandona la dicitura “Medfield” per lasciar posto alla più conosciuta Atom troviamo per l’appunto l’Atom Z2460. L’Attuale processore di punta per quanto riguarda il settore mobile, che gode ora di una velocità di clock spinta fino al massimo di 2 GHz con annessa radio HSPA+ Intel XMM integrata, farà da base al nuovo Atom Z2580 che porterà con sé secondo l’azienda un raddoppio delle prestazioni rispetto al suo predecessore ed una nuova radio LTE XMM 7160 entro la seconda metà del 2012, per essere poi introdotta nel mercato nel primo semestre del 2013. Attualmente l’Atom non è di per sè un’architettura che ricorda esattamente prestazioni eccellenti ma siamo sicuri che Intel saprà superarsi ed aspettiamo dunque con ansia l’occasione di poter provare con mano il nuovo Z2580 magari si di un tablet di ultima generazione.

Al tempo stesso però Intel pensa anche alla fascia piu bassa grazie al processore Z2000, col quale conta di ottenere una buona fetta di mercato tra gli smartphone Android per i clienti che cercano un buon device ad un costo inferiore a 150 €. La sua frequenza sarà di 1 GHz e supporterà una radio HSPA+ XMM 6265 in grado di operare contemporaneamente con due SIM in modalità 2G/3G. Anche in questo caso si prevede un rilascio ai clienti per l’inizio del 2013.

Nvidia Tegra 3

Un fenomeno in continua crescita è poi quello dei processori Nvidia Tegra, ben conosciuti grazie alla generazione di Asus Transformer e Transformer Prime. La già potente architettura dual-core si evolve ora con l’introduzione del Tegra 3 4-PLUS-1cinque core nel die del chip, di cui quattro operativi contemporaneamente per garantire la piena potenza ed uno di supporto che entra in azione quando si utilizza la modalità a basso consumo.

Ammirata già al World Mobile Congress di Barcellona attraverso gli HTC One X, l’LG Optimus 4X HD e via dicendo..l’architettura Tegra 3 4-PLUS-1 per smartphone è in grado di raggiungere una velocità di 1.5GHz, assicurando prestazioni elevate ed un web-browsing ultra veloce senza però gravare sulla durata della batteria. La GPU 12-core garantisce inoltre performance fino a 5 volte superiori rispetto quelle di un Tegra 2.

I nuovi chip quad-core ottengono infine il tanto richiesto supporto LTE per la connessione di ultima generazione, senza contare i vantaggi che gli smartphone Nvidia offrono grazie ai giochi ottimizzati per Tegra 3 con “massimo realismo, grazie all’illuminazione dinamica, agli effetti fisici e ambientazioni in alta risoluzione”. Scaricabili tramite Tegrazone, l’app presente sul market Android appositamente creata dall’azienda per raccogliere i migliori giochi ottimizzati per i propri processori. Da aggiungere infine il supporto 3D stereoscopico ed i nuovi video engine per supportare il 1080p a 40 Mbps.

Samsung Exynos

Parlando di Tegra 3 non possiamo non citare anche Samsung, la quale però sulla stessa onda del successo accompagnato da Nvidia presenta la nuova gamma di processori Exynos. Quad-core basato su ARM Cortex A-15 svelato in occasione del Solid-State Circuits Conference, realizzato con tecnologia a 32 nanometri anziché 45 nm e che probabilmente vedremo anche in arrivo nel corso del 2012 sul nuovo Galaxy S 3. I quad-core non saranno comunque una prerogativa di questa gamma. Samsung annuncia infatti che gli Exynos saranno disponibili sia in versione da 2 che da 4 core con frequenze che oscilleranno tra gli 1.7 ed i 2.0 Ghz.

Abbinati ad essi, ci saranno anche il nuovo chip grafico (GPU) che offre 4 pixel processor ed 1 geometry engine con 128 KB di chache L2, il tutto integrato ad un supporto OpenGL ES 2.0 in grado di generare fino a 57 MPoligoni/s.

In termini di consumi si parla del 50% in meno rispetto alla precedente gamma montata sul Samsung Galaxy S 2 ed un aumento delle prestazioni generali pari al 26 %.

Qualcomm Snapdragon

Presentata ufficialmente tramite conferenza stampa tenutasi al MWC 2012 troviamo poi la linea di processori dual-core Snapdragon MSM8960. Una scommessa lanciata dall’azienda, secondo la quale i propri chip dotati di soli due processori vantano prestazioni migliori e consumi di batteria ridotti rispetto alla potenza bruta di un quad-core.

A tal proposito, la stessa ha presentato i benchmark relativi a Linkack, CaffeineMark, Quadrant, Vellamo, Coremark e Dryston nei quali si può ammirare che la CPU Snapdragon S4 dual-core da 1.5 GHz ha saputo tener testa, dimostrandosi anche più performante, rispetto ad alcuni quad-core da 1.3 ed 1.4 Ghz.

Lo stesso vale anche per la GPU Adreno 225 integrata nei Qualcom, che lavorando in sincro con lo Snapdragon, grazie alla gestione ottimale delle proprie soluzioni, negli ultimi test effettuati ha dato del filo da torcere persino ai quattro core del Nvidia Tegra 3, anche se probabilmente allo stato attuale questi ultimi non sono da considerarsi completamente ottimizzati.

Huawei K3V2

Non manca infine la compagnia cinese Huawei, che nel corso della kermesse di Barcellona presenta lo smartphone Ascend D quad, un device sul quale monta il nuovo processore proprietario K3V2, quad-core disponibile sia con clock da 1.2 Ghz sia da 1.5 Ghz. Sopresa che ha lasciato tutti ammutoliti è stata la dichiarazione fatta dallo stesso Presidente Richard Yu, il quale dichiara che i quattro core Cortex-A9 sarebbero di architettura a 64 bit. Una soluzione che la stessa ARM aveva in progetto per il 2014.

I quattro processori sono poi accompagnati da una GPU da ben, tenetevi forte, 16 core che, nei benchmark NenaMark 2 e Basemark è risultata essere più veloce di quelle presenti su Galaxy Nexus e Transformer Prime.

Secondo la casa produttrice, il K3V2 offre prestazioni grafiche raddoppiate rispetto alla concorrenza, con una CPU più veloce del 49% ed un risparmio della batteria pari al 30% grazie ad una ottimizzazione dei consumi in funzione delle necessità. Ovviamente, almeno in questo caso, la genuinità dei dati trasmessi sarà da verificare nel dettaglio.

Dopo questa attenta analisi possiamo dunque ben dire che come annunciato dallo stesso Eric Schmidt durante il Keynote di Google tenutosi ieri al MWC il mondo dei tablet e degli smartphone sta subendo una vera e propria rivoluzione, grazie a processori e motori grafici che oramai abbattono ogni sorta di limite riguardo a ciò che sono in grado di fare e potranno fare in futuro i terminali Android. Ad ora è comunque presto per dire quali di questi risulterà essere il migliore, mancano ancora i giusti test ed ovviamente il dettaglio più importante, ossia il parere del pubblico che li incontrerà nei mesi a venire. Tramite questi dati possiamo però iniziare a farci un’idea ed a tal proposito vi lasciamo chiedendo i vostri pareri in merito che potrete esprimere commentando lo spazio sottostante. Quale sarà la vostra scelta per il futuro ?