[Guida] Come effettuare il de-brand del dispositivo Samsung Galaxy S (GT-I9000)

Qui di seguito vi riporterò una serie di facili step per effettuare velocemente il de-brand del vostro dispositivo Android attraverso il noto programma Odin. La guida vale ovviamente solo per i possessori di dispositivi Galaxy S (GT-I9000) o Galaxy S Pro, quindi astenersi possessori di smartphone diversi in quanto se pur la procedura può essere simile i file che andrò a postare sono esclusivamente per i dispositivi sopracitati.

Ricordiamo inoltre che effettuare il de-brand del proprio cellulare invalida la garanzia del produttore e può determinare la perdita di file, quindi prima di procedere con quanto segue vi consiglio di effettuare un backup di tutto ciò che vi interessa salvare (es. rubrica, foto, video ecc…).

E’ consigliabile rimuovere la SIM e la micro SD prima di svolgere le operazioni.

I modelli brandizzati Vodafone potrebbero non avviare la modalità Download, quindi prima di procedere accertarsene.

Non scollegare mai e per nessuna ragione il cavo USB dal telefono mentre si effettua il caricamento dei file con Odin.

Svolgere le seguenti operazioni dopo aver effettuato una ricarica completa della batteria.

Cosa si intende per de-brand ? Per chi non lo sapesse, i cellulari marcati (Tim, Wind, Tre, Vodafone, ecc…) adoperano una versione di Android appositamente modificata dai propri sviluppatori per contenere applicazioni, menù, temi e quant’altro che fanno da riferimento al proprio brand. Questo può risultare a volte fastidioso in quanto non si gode appieno della grafica del proprio dispositivo e talvolta lo stesso può risultare appesantito e meno performante rispetto ad un no-brand. La procedura chiamata de-brand (sbrandizzare) non fa altro che sostituire il vostro firmware (il sistema operativo dello smartphone) brandizzato con un’altro no-brand (ufficiale), ovvero lo stesso che la casa produttrice rilascia originariamente sui propri device.

Fatte le dovute operazioni di backup siamo pronti per iniziare:

  • Scarichiamo l’ultima versione di Odin a questo indirizzo.
  • Il formato è .Zip quindi scompattiamolo con WinZip o WinRar in una cartella.
  • Scarichiamo il file PIT 512 da qui ed inseriamolo nella cartella di Odin.
  • Nella versione di Odin che abbiamo scaricato è già presente un file .Pit, possiamo utilizzare lo stesso oppure eliminarlo, (personalmente vi consiglio di cancellarlo ed utilizzare il PIT 512).
  • Scarichiamo infine l’ultima versione del Firmware ufficiale Italiano di Android Gingerbread 2.3.3 da qui (ovviamente potete utilizzare anche un firmware antecedente se lo desiderate).
  • Scompattiamo anche questo pacchetto ed inseriamo i tre file che troviamo all’interno (CSC, PDA, PHONE) nella cartella di Odin assieme agli altri.

Se avete fatto tutto come descritto ci ritroveremo di fronte a questo risultato:

  •  Spegniamo il cellulare ed avviamo la modalità download premendo da spento il tasto volume verso il basso, il tasto Home ed il tasto accensione. Comparirà il simpatico robottino alle prese con i lavori in corso.

  • Apriamo Odin e colleghiamo il cellulare tramite USB al computer. Odin lo rileverà nella finestra ID:COM la quale diventerà gialla (Generalmente Odin rileva la 0:[COM7] ma se non è così non preoccupatevi poichè potrebbe variare a seconda della porta USB utilizzata).Come da figura:
  • Spuntiamo le caselle Re-Partition – Auto Reboot – F.Reset Time
  • Nella casella PIT carichiamo il file s1_odin_20100512.pit
  • Nella casella PDA carichiamo il file PDA_RSJV3.tar.md5
  • Nella casella PHONE carichiamo il file PHONE_RSJVO.tar.md5
  • Nella casella CSC carichiamo il file CSC_ITVJV1.tar.md5

  •  Controlliamo che tutto sia come nell’immagine, dopodichè clicchiamo sul pulsalte START.

Il robottino inizierà il caricamento del Firmware e potrete ammirare voi stessi sul cellulare la barra che si compila. La procedura durerà circa un paio di minuti, dopodichè lo spazio sopra la porta COM si illuminerà di verde visualizzando la scritta PASS ed il tempo che ha impiegato per caricare il tutto.

A questo punto il cellulare si riavvia da solo e potremo tranquillamente scollegarlo dalla USB. Può capitare che durante il riavvio il Galaxy rimanga per parecchio tempo fermo sul logo, non preoccupatevi e lasciate che finisca di caricare tutti i file. Ovviamente al suo riavvio ripartirà da zero quindi dovrete eseguire i pochi passi che vi chiederà e selezionare tra quelle che vi propone la lingua italiana (è anche possibile fare skip e configurarlo in un secondo momento).

Complimenti avete effettuato il de-brand del vostro Galaxy S !

Si ricorda che tale guida è solo a scopo illustrativo ed il sito non si assume nessuna responsabilità in merito a garanzie, problemi riscontrati durante la procedura e Brick del telefono.

Se questa operazione vi è stata d’aiuto vi invitiamo a guardare anche le altre Guide da noi pubblicate ed a seguirci su Facebook per eventuali aggiornamenti.

  • Peppesole

    non mi fa fare il download del firmware