STOP SOPA: a muoverci nella protesta ci aiuta una app android

Se oggi provate a navigare su Wikipedia in lingua inglese, senza disattivare il JavaScript dal vostro browser, vi troverete davanti ad una pagina nera e non avrete accesso alle informazioni contenute nell’enciclopedia online più famosa del mondo. Wikipedia in italiano, invece, semplicemente fa un richiamo. Google.com anche sembra essere sul piede di guerra, suggerendo in prima pagina un: “Tell Congress: Please don’t censor the web!“. Anche un sito che ci riguarda più da vicino, quello degli XDA Developers è andato in blackout con un messaggio per tutti i visitatori. Ma cosa sta succedendo?

Oggi è esplosa la protesta antiSOPA (Stop Online Piracy Act) e anti-PIPA (Protect Intellectual Property Act), i disegni di legge in discussione in quest’ultimo periodo negli Stati Uniti che intendono prevenire la pirateria su internet e proteggere la proprietà intellettuale, ma che in realtà renderebbero molto più facile alle grandi compagnie spennare tutti coloro che si ritiene utilizzare contenuto proprietario. La cosa metterebbe non pochi bastoni tra le ruote alla libertà di informazione, un po’ come il polverone sollevato dalla Agcom lo scorso anno, contro il quale gli italiani hanno protestato.

Molti i siti oscurati e altrettanti sono i media che se ne stanno occupando, come il Time Magazine (il che fa strano, dal momento che Time Warner, che lo gestisce, è un supporter del disegno di legge!)

Veniamo al dunque: è nata una app per Android che ci permetterà di combattere i sostenitori del disegno di legge SOPA con il nostro stesso portafogli. Boycott SOPA controlla e verifica, su un database creato e curato dagli utenti, se un dato prodotto sia proprio di una azienda che aderisce al disegno di legge, così da dirci cosa comprare e cosa no, se vogliamo dire la nostra nella questione.

L’app ha ottenuto già un grande successo, ricevendo molte recensioni da 5 stelle negli ultimi 10 giorni. Colpisce, oltretutto, vedere che tra le schiere delle aziende che è ovvio che appoggino il disegno di legge, figurano anche alcune di cui non avremmo mai sospettato, come ad esempio Lacoste e Timberland!

Citando un commento presente sull’Android Market, questa app “mette il potere in mano ai consumatori. Possiamo finalmente influire direttamente sulle loro entrate. Questo è grandioso.”

[qr]https://market.android.com/details?id=com.boycottsopa.android&hl=en[/qr]