Android Beam: un utilizzo concreto del chip NFC

Con l’ultima versione di Android, Ice Cream Sandwich, Google ha introdotto un numero considerevole di novità. Uno fra tutti è il tanto discusso chip NFC (Near Field Comunication)…

Fino ad oggi, al di là di alcuni pagamenti sperimentali, vedi ad esempio il servizio offerto dall’ATM (Azienda Trasporti Milanesi), un utilizzo concreto di questo chip ancora non è stato visto. La cosa cambia con l’avvento di Android 4.0 che porta con se un software, già implementato, Android Beam, che ha lo scopo di scambiare dati con altri dispositivi dotati di NFC semplicemente facendoli toccare.

Il processo è al quanto semplice: non si deve fare altro che selezionare il dato che si vuole condividere ed avvicinare il retro del proprio device con quello del dispositivo ricevente. E’ così possibile condividere link, contatti, file personali, applicazioni dal market e tutto ciò che si vuole trasferire semplicemente avvicinando i due device.

Android Beam, come già detto, nasce nativamente su Ice Cream Sandwich, ma naturalmente sarà implementato per gli smartphone che saranno dotati del chip NFC. Per una dimostrazione pratica del funzionamento di questa nuova feature introdotta da Google, ecco un video dimostrativo che mostra come effettivamente risulterà semplice e banale scambiare informazioni e dati.