Android: falle nella sicurezza, cosa farà Google?

Alcuni studiosi hanno portato a termine una ricerca circa la sicurezza di Android. I risultati sono preoccupanti! Pare infatti che negli ultimi 3 mesi il numero di malware presente nel market ufficiale sia aumentato di 5 volte..

Come è ormai noto, quando un Sistema Operativo diventa un punto di riferimento – vedi inizialmente Windows sui PC per poi arrivare addirittura a Linux – è spesso soggetto ad attacchi hacker. Quando questo termine venne coniato, agli inizi degli anni 50, ci si voleva riferire a quel singolo individuo che affrontava sfide di carattere intellettuale per aggirare o superare determinate limitazioni che gli venivano imposte. Oggi, invece, soprattutto a causa di una male interpretazione del termine per mano dei media, il termine “hacker” è subito associato ai criminali informatici, che sì hanno lo scopo di varcare quei limiti, ma solo per un tornaconto personale.

Dopo Windows e Linux, ecco che ad essere soggetto all’attenzione di queste persone è proprio  Android. Grazie anche alla sua esponenziale crescita e diffusione – basti pensare che solo nello scorso trimestre ha guadagnato oltre il 40% di mercato – Android è sempre piu preso di mira dai malware. Uno studio condotto dal Juniper Global Threat Center ha rilevato che la presenza di minacce nel market di Android è crescita del 472% dallo scorso luglio. Un dato che sicuramente lascia stupiti e che rovina, almeno in parte, la festa di Google per il suo successo. Android, infatti, è presente in oltre 200 milioni di dispositivi sparsi in tutto il mondo ed oltre 250 mila device vengono attivati ogni giorno. Nonostante questi dati, le app contenenti virus sono in costante crescita sul market.

La causa principale sembrerebbe la filosofia aperta adottata da Google. Chiunque, infatti, può accedere al market e pubblicare qualsiasi applicazione. Secondo il Juniper Global Threat Center solo a maggio dello scorso anno il numero di rischi era aumentato del 400% rispetto all’estate del 2010, mentre negli ultimi 4 mesi, le minacce sono salite al 472%. Un rappresentate del gruppo di ricerca che ha condotto questa analisi ha così spiegato:

Il numero di malware identificati a settembre è aumentato del 28% rispetto ad agosto; a ottobre del 110% rispetto al mese precedente

A preoccupare il Juniper, però, non sono tanto questi numeri così sbalorditivi, ma la qualità con cui ogni giorno vengono effettuati questi attacchi. Il Juniper, infatti, afferma che oltre ad umentare in numero, questi malware diventano via via più sofisticati, più elaborati capaci di sfruttare anche il più piccolo bug di sicurezza, rendendo così vulnerabili i dispositivi. La stessa Juniper afferma che la maggior parte dei malware analizzati

sfruttano sistemi che potrebbero affliggere il 90% dei dispositivi animati da Android oggi disponibili

Il 55% dei virus identificati, pare avessero lo scopo di prelevare informazioni sensibili senza che il possessore dello smartphone o tablet infettato si accorga di nulla. A fronte di questi numeri spaventosi,  Google dovrebbe trovare presto una soluzione considerando che questi dati sono in netta crescita e che la sicurezza degli utenti è compromessa ogni giorno. Cosa farà la casa di Mountain View a riguardo? In attesa che qualcosa si muova e soprattutto che Google risponda di questo, voi come pensate di proteggervi?

  • In attesa che Google si decida ad effettuare controlli preventivi sulle app, prima che queste vengano pubblicate/aggiornate sull’Android Market, occorre arrangiarsi da soli e proteggersi con un buon antivirus, io per esempio utilizzo Norton antivirus per Android.

  • Andrea Rumi

    Buon giorno
    si possono mettere tutti gli antivirus che si vogliono, ma se quando scarichi una app. (gratis soprattutto) ne acconsenti tutti i privilegi che essa ti richiede, gli AV non servono a nulla.
    Poi magari mi sbaglio.

    Saluti

    • Anonimo

      sono daccordo anche io …

  • Pingback: Antivirus si? Antivirus no? Questo è il problema...()