Progresso, Potenza, Performance: NVIDIA Kal-El quad core

L’innovazione tecnologica applicata al mondo degli smartphone ha effettuato passi da gigante in pochi anni, consentendo miglioramenti eclatanti che hanno prodotto di conseguenza terminali sempre più all’avanguardia..

Siamo passati da processori di 528MHz a processori da 1.2GHz, dal single core a dual core..
e presto assisteremo ad un ulteriore balzo in avanti ovvero passeremo dai dual core ai quad core
(inizialmente sui tablet). C’è da dire tra l’altro che i dual core risultano ancora relativamente
nuovi e invece siamo già in procinto di vedere i nuovissimi e potentissimi quad core.

All’inizio di questa settimana, come abbiamo anticipato in un recente post nel nostro android-e blog, NVIDIA ha rilasciato i dettagli relativi al loro nuovo prodotto, che sarà il top in assoluto dei processori quad core ovvero “Kal-El chipset“: stiamo parlando di quello che essenzialmente è il successore del dual core Tegra 2 e potrebbe quindi al momento della sua uscita chiamarsi Tegra 3 (sono solo rumors per ora).
Il funzionamento dei quad core sarà il seguente, cercherò di spiegarlo in maniera più chiara possibile:
accanto ai quattro “core” (ovvero i 4 processorini), ne verrà implementato uno ulteriore chiamato “companion” che avrà lo specifico compito di gestire le operazioni in background come la sincronizzazione di posta elettronica e la musica al fine di preservare la durata della batteria.
Questa trovata a mio modesto avviso è geniale e possiamo vedere esattamente la disposizione
dei “core” nella seguente immagine:

C’è da dire per onor del vero che anche gli ultimi smartphone single core prodotti, ricordiamo su tutti
l’HTC HD2 che tutt’ora è ambito da chi ama esplorare il proprio termianle a 360°, risultavano comunque molto performanti; inoltre i dual core come LG Dual, HTC Sensation o Galaxy S II per esprimere al massimo le loro potenzialità vanno usati con relative applicazioni / giochi / video e multitasking ad alti livelli altrimenti sinceramente non si nota una radicale differenza.
Speriamo che attaverso l’introduzione delle CPU quad core vengano ideate, progettate e distribuite anche applicazione all’altezza,
in grado di sfruttare al massimo il potenziale di questi quattro processori che lavorano all’unisono.